L’avversario ai raggi X: la Triestina

24 novembre 2017

La Triestina è il prossimo avversario del Gubbio. Gli alabardati sono una neopromossa, ma hanno alle spalle una grande storia calcistica. Su tutte, la partecipazione ininterrotta dal 1929 al 1957 al campionato di serie A e un secondo posto proprio nella massima serie 1947/1948, con l’indimenticato Nereo Rocco allenatore. Tornando ai giorni nostri, la compagine friulana fino a questo momento ha inanellato 18 punti, frutto di 4 successi, 6 pari e 3 ko. Ventidue i gol siglati, quattordici quelli incassati. In casa ha ottenuto sette punti: quattro pari, una sola vittoria con la Fermana (3-0) e una sconfitta contro il Renate (0-1). E’ allenata da un allenatore esperto e navigato come Giuseppe Sannino e tra le sue fila spiccano giocatori importanti e temibili come Arma, Bracaletti, Acquadro, Bariti, Meduri e tanti altri. E’ un periodo un pò difficile per gli alabardati perchè vengono da due ko nel giro di pochi giorni con il Padova: uno in campionato 2-1 e l’altro in coppa Italia 5-0. Senza dubbio, vista pure la caratura della rosa, l’obiettivo stagionale dei friuliani è centrare un piazzamento play-off. Miglior marcatore: Arma (6 reti); Ultimo turno: Padova-Triestina 2-1; Squalificati: Porcari (un turno);   Ex di turno:  Ettore Marchi (Gubbio); Probabile formazione (4-3-2-1): Boccanera; Troiani, Codromaz, El Hasni, Pizzul; Meduri, Acquadro, Bracaletti; Bariti, Mensah; Arma. Posizione in classifica: 10°; Stadio: Nereo Rocco (32.304 spettatori). Curiosità: i quattro pareggi casalinghi contro Reggiana, Sudtirol, Santarcangelo e Teramo sono terminati tutti 1-1.

Condividi:

risultati 2015-2016

Photo Gallery

Facebook