Paolelli e Giacomarro, due giovani frecce nell’arco di Cornacchini

20/07/2017

“Ho scelto Gubbio perchè è una piazza importante della Lega Pro e perchè tutti me ne avevano parlato benissimo”. Parole e musica di Andrea Paolelli, terzino destro e all’occorrenza centrale di difesa classe 1997, ex Viterbese. “Anche Iannarilli-continua il difensore- mi ha consigliato e parlato bene di Gubbio e poi ritrovo mister Cornacchini che mi ha allenato l’anno scorso”. Paolelli campione d’Italia con la Primavera della Roma nella stagione 2015/2016, indica gli obiettivi stagionali e personali: “Voglio fare meglio della passata stagione con la Viterbese, dove a causa di un infortunio ho trovato poco spazio. Cercherò di esprimermi al meglio per conquistarmi una maglia da titolare. L’obiettivo di squadra è quello della salvezza e poi toglierci qualche bella soddisfazione”. Due parole anche sui nuovi compagni di squadra:“Un ottimo gruppo a primo impatto. Bravi ragazzi, umili, senza tanti grilli per la testa. Di questo passo si può creare qualcosa di importante”. Dario Giacomarro, centrocampista classe 1995, per il secondo anno consecutivo, sarà una pedina importante del centrocampo rossoblù. Queste le sue parole: “Sono contento di giocare ancora per il Gubbio. Fare meglio dell’anno scorso sarà difficile, ma non impossibile. Non dimentichiamoci però, che l’obiettivo principale resta la salvezza”. Come Paolelli, fin da subito, ha apprezzato la bontà del gruppo e dello staff tecnico. “Abbiamo cambiato molto rispetto lo scorso anno, ma devo dire che siamo un gruppo giovane, unito e che ha voglia di mettersi al servizio dell’allenatore. Sorteggio di Tim Cup? Preferisco una squadra di pari categoria”.

Condividi:

risultati 2015-2016

Photo Gallery

Facebook