Le dichiarazioni del Presidente, del Ds e del mister

22 Maggio 2020

Il Presidente Sauro Notari, il Ds Stefano Giammarioli e il tecnico Vincenzo Torrente hanno rilasciato la seguente dichiarazione sulla scomparsa di Gigi Simoni:

Sauro Notari: ” È una morte che mi addolora profondamente, con Simoni ho avuto il piacere di collaborare per tre anni, era un gentiluomo, persona di grande spessore umano, a livello calcistico credo che il suo curriculum sia eloquente, abbiamo condiviso vittorie ed un’amara retrocessione ma il risultato sportivo non ha mai intaccato la sua serenità, il suo equilibrio, la sua disponibilità. Potrei definire Gigi Simoni un uomo veramente speciale”.

Stefano Giammarioli:” È un giorno veramente triste, Gigi è stato a livello sportivo un padre per me, a lui devo tanto, è stato difficile convincerlo ad accettare la nostra proposta nel 2009, mi ricordo che lui si mise a disposizione con grande semplicità ma con una competenza unica. Abbiamo raggiunto un traguardo storico grazie ovviamente oltre che a Gigi anche alla Società, allo staff tecnico, ai calciatori e da eugubino per me questa è stata una gioia ancora più grande.
Con il tempo sono diventato un amico di famiglia, Gigi mi ha voluto con lui anche a Cremona e la sua presenza è stata per me fondamentale anche in quell’esperienza, grazie a lui è stato più semplice costruire qualcosa di importante anche li’.
Il mio pensiero in questo momento va a Monica e Leonardo che abbraccio affettuosamente”.

Vincenzo Torrente:” La notizia della scomparsa di Gigi è stata un colpo al cuore per me, ero a conoscenza della sua situazione seria a livello di salute ma in cuor mio ho sempre sperato di avere notizie positive. Gigi è stato mio allenatore al Genoa, è lui che mi ha voluto qui a Gubbio dandomi la possibilità di iniziare un percorso da tecnico nei professionisti, in quel momento rimasi sorpreso e non dimenticherò mai le sue parole dopo la vittoria del campionato di Prima Divisione, mi disse Vincenzo in questi due anni mi hai fatto emozionare e divertire. Queste parole dette da un maestro come lui sono un ricordo speciale per me ma sono anche la testimonianza della semplicità, del garbo, della generosità di un uomo veramente unico. Mi volle anche a Cremona, segno di una grande stima e di un’affinita particolare tra di noi, un feeling magico ed in questo momento così triste per tutti sono particolarmente vicino alla sua famiglia che abbraccio idealmente”.

Condividi:

risultati 2015-2016

Facebook